Incontro con Angelo Maria Petroni, Consigliere Rai e Ordinario di Logica e Filosofia della Scienza

Angelo Maria Petroni - 30 marzo 2009

Comunicazione, televisione, web e nuovi media: il ruolo del servizio pubblico in Europa 

E' questo il titolo dell’incontro organizzato dal Club delle Relazioni Esterne a cui ha partecipato il Prof. Angelo Maria Petroni, Ordinario di Logica e Filosofia della Scienza, Università di Roma “La Sapienza” e Consigliere d’Amministrazione Rai. In Europa, e soprattutto in Francia cultura e servizio pubblico, introiti pubblicitari e reti nazionali sono argomenti centrali: basti pensare alla decisione del Presidente Sarkozy di creare una rete pubblica senza pubblicità e di stanziare 600 milioni di euro per realizzare riforme nell’ottica digitale. In un’era altamente tecnologica l’offerta televisiva satellitare e on demand rappresenta una sfida per tutto il mercato e soprattutto per le tv europee generaliste. La rete – una realtà ormai globale – si interseca ormai con il prodotto televisivo, dando ulteriore valore aggiunto al sistema della comunicazione nel suo complesso. In questo quadro dunque qual è il ruolo che emergerà per la televisione pubblica? Quale il rapporto tra il confronto giornaliero con l’auditel e la necessità di un’attenzione alla qualità dei programmi?

Internet e Comunicazione: strategie di convergenza. Secondo l’ultimo rapporto Censis/Ucsi sulla comunicazione l’impiego di Internet tra gli italiani è passato dal 45,3% del 2007 al 47% della popolazione nel 2009. Quando ormai il web è diventato familiare per l’80,7% dei giovani e il 67,2% delle persone più istruite, il dato com- plessivo potrà aumentare solo di poco nel breve periodo. Per quanto riguarda i quotidiani on line, si registra una flessione dell’utenza (dal 21,1% al 17,7%) che non è certo riconducibile a motivi economici, bensì all’evoluzione degli impieghi della rete: si pensi ai portali che pubblicano anche notizie di cronaca e di costume, a link e finestre informative aperte nei blog e nei social network abitualmente frequentati, ai motori di ricerca e agli aggregatori che rintracciano automaticamente le notizie in rete. La letteratura in materia di comunicazione aziendale attribuisce molta importanza alla disponibilità di mezzi diversi a seconda del tipo di relazioni da tenere e degli obiettivi prefissati; si può apprezzare la forza d’impatto di Internet, che è capace di cancellare il confine tra comunicazione di massa e interpersonale, tra comunicazione privata e pubblica.

Nella prima foto, il ministro Giulio Tremonti con il prof. Angelo Maria Petroni; nella seconda immagine l'ospite dell'incontro durante lo speech.